Location di eccezione per uno tra gli eventi più attesi del Fuorisalone 2017 – White in The City

Per la giornata di oggi ho deciso di vestire i panni della Milanese Imbruttita e voglio parlarvi del Fuorisalone e del suo legame con il colore bianco.

Avete mai sentito parlare di White in The City? Attenzione, non è una nuova versione della serie TV che aveva come protagonista Carrie Bradshaw, bensì è uno tra gli eventi più attesi per questo Fuorisalone 2017.

White in The City: il progetto

Un direttore artistico di eccezione, ovvero il famoso designer Giulio Cappellini e come main sponsor Oikos Srl, già svelano molto su quello che sarà il concept dell’evento. Ad ogni modo, vogliamo darvi qualche piccola anticipazione, ma ssshhhh non ditelo a nessuno!

White in The City sarà uno speciale itinerario che si dividerà fra architettura, arte, design e lifestyle, andando a toccare alcune fra location più prestigiose di tutta Milano: l’Accademia delle Belle Arti in Brera, la Pinacoteca, Palazzo Cusani, la (ex) Chiesa di San Carpoforo e Class Editori Space. Ognuna di queste location super fighissime avrà un particolare significato ed una sua speciale interpretazione.

Oltre a Giulio Cappellini, saranno coinvolti altri architetti e designer di tutto rispetto: Stefano Boeri, David Chipperfield, Daniel Libeskind, Aires Mateus Associados, Marco Piva, Patricia Urquiola, Studio Zaha Hadid e molti molti altri.

Come suggerito dal naming dell’evento, ovvero White in The City, l’iniziativa sarà legata da un unico filo conduttore, ovvero il bianco, simbolo di purezza e creatività. Il colore delle bionde (dopo il rosa) verrà messo al centro di tutta la scena e, attraverso le sue mille sfaccettature, intratterrà i numerosi presenti.

White in The City: quando?

Il “dove” lo abbiamo già svelato, ovvero Milano in occasione del Fuorisalone (taaaaaaaaaaaaaac). Il quando ve lo diciamo subito: non prendete impegni dal 4 al 9 aprile!

Tutt el mond a l’è paes, a semm d’accòrd, ma Milan, l’è on Gran Milan.

Il Fuorisalone è una ghiotta occasione per farsi un giretto per Milano quando è al massimo del suo splendore. Al sud si dice “Vedi Napoli e poi muori”, da queste parti invece si dice:

Milan e poeu pù (Milano e poi più).

Scommettiamo che vi innamorerete della mia città?


Vi aspetto per berci uno spritzettino in occasione di White in The City!