Ci sono vacanze che restano nel cuore. Se la tua meta per l’estate è la Croazia, ecco le cose da fare in Istria

In Croazia ci sono stata 2 anni fa e mi sono letteralmente innamorata di questa terra selvaggia ma allo stesso tempo curata. Nello specifico, ho prenotato un Airbnb a Medulin a pochi passi dal mare cristallino e a circa 2 km dal centro città, di modo che fosse a portata di mano (anzi, di infradito) ma sufficientemente distante da permettere il relax totale.

Nonostante io sia di indole abbastanza pigra, in estate esce una nuova me: quella esploratrice ed avventurosa che vuole prendersi il meglio dalle località in cui alloggia. A Medulin di per sé non c’è granché da vedere, è ottima per godersi l’aria tipica di una cittadina di mare ma, spostandosi di pochi km, inizia la magia istriana.

Il consiglio, se abiti in nord Italia, è quello di raggiungere l’Istria direttamente con la tua auto. Qualora non ti fosse possibile, ti conviene affittarla lì per godere al meglio delle bellezze offerte dal territorio.

Premantura – Una penisola paradisiaca

Premantura è il punto più a sud dell’Istria ed è la porta di ingresso al parco Kamenjak, ovvero una penisola lunga e stretta dove si snodano un sacco di spiagge spettacolari con un mare cristallino. Il parco Kamenjak, in agosto, è molto frequentato ma non è difficile trovare dei posticini dove godersi il sole e la natura in completa solitudine.

Gli insetti abbondano parecchio ma il percorso naturalistico da fare per raggiungere gli scogli, vale anche questa sofferenza.

Per esperienza personale, consiglio scarpe comode per camminare nel parco e un ricambio di ciabattine adatte agli scogli, anche perché il fondale è parecchio frastagliato e, senza, si rischia di farsi davvero male.

Pula – Arte e cultura sul mare

Pula è una cittadina molto frequentata da giovani ed è il centro della movida istriana. Caos a parte, è una città con un alto valore culturale… Tanto che ci hanno messo pure Er Colosseo! Scherzi a parte, a Pula è possibile visitare l’Arena, molto simile al Colosseo e costruita sotto l’Imperatore Augusto, poi ampliato come da volontà dell’Imperatore Vespasiano.

Altri luoghi di interesse sono il Tempio di Augusto in pieno centro città, le gallerie sotterranee Zerostrasse costruite durante l’impero Austro-ungarico (una manna per combattere il caldo), il Castello che sovrasta tutta la città, il porto e l’acquario.

Tra una tappa e l’altra ci si può rifocillare in uno dei tanti parchi cittadini: essendo Pula una città che si sviluppa verso l’alto, si possono trovare molti posticini appartati e molto freschi.

Buzet e i suoi tartufi

Poiché, come dicevo, le vacanze al mare per me non significano solo prendere il sole con la lucertola, un giorno abbiamo deciso di prendere l’auto per spostarci nell’entroterra. Il piano era già stabilito: visita a Buzet, pranzo al Konoba Vela Vrata a base di tartufo e giretto a Hum, la città più piccola del mondo con un territorio che si estende per appena 50 metri quadrati, dove vivono meno di 30 abitanti.

Buzet è un paesino molto piccolo ma caratteristico. Non c’è nulla di rilevante da vedere, se non il fantastico panorama che si gode dal Konoba Vela Vrata. È proprio in questo ristorante che ho mangiato tartufo come se non ci fosse un domani ad un prezzo sicuramente molto più umano rispetto a quello che avrei speso in Italia.

Con la panza piena, lo scopo era quello di visitare Hum, ma a metà strada siamo tornati indietro perché le strade per accedervi erano completamente sterrate. Allora abbiamo ripiegato su Pazin, un bellissimo borgo dominato dal castello direttamente affacciata sulla foiba. Il percorso per arrivare alla gola non è difficile ma ti consiglio delle scarpe adatte per evitare scivoloni rovinosi.

Special bonus: i laghi di Plitvice

I laghi di Plitvice te li inserisco come special bonus perché sono al confine con la Bosnia, quindi a 300 km da Medulin. Il viaggio di circa 3 ore e la coda interminabile per entrarci, valgono lo spettacolo che si trova all’interno del parco nazionale.

cose da fare in Istria Plitvice

Ci sono diversi tipi di percorsi, noi abbiamo scelto quello da 4 ore, con momenti di cammino alternati ad un paio di traversate sui laghi maggiori. Il contatto con la natura e la bellezza incontaminata dei luoghi lascia senza fiato. Se andrai in Croazia per l’estate, ci devi andare ASSOLUTAMENTE.

Piccolo appunto: a Plitvice il tempo cambia velocemente… 5 minuti prima sole che spacca le pietre e 5 minuti dopo il disastro meterologico.

Aneddoto biondo: io ed il mio fidanzato abbiamo fatto il viaggio di ritorno in auto, con indosso solo le mutande (bagnate anche quelle) ed una maglietta comprata in un negozio di souvenir all’esterno del parco… Probabilmente se ci avesse fermato la polizia, ci avrebbe arrestati seduta stante.

Altro piccolo appunto: gli ultimi 50 km che portano a Plitvice sono privi di autostrade e si passa attraverso piccoli paesini che sono quasi confinanti con la Bosnia ed Erzegovina. Nonostante gli anni ’90 siano passati da un pezzo, i segni della guerra ci sono ancora tutti ed è molto toccante osservare il panorama fatto di case crollate o prese di mira dalle mitragliatrici.

Sulla strada ci siamo fermati ad osservare più da vicino i segni di una guerra così lontana ma allo stesso tempo così vicina… Ti consiglio di farlo, aiuta a restare sempre umani.

La Croazia che non mi aspettavo

Siamo andati in Croazia perché volevamo risparmiare. Non avevamo grosse aspettative, invece è stata una scoperta molto piacevole. Ti dico solo che abbiamo speso 500 euro a testa, per una settimana, tra Airbnb, caselli, benzina, uscite al ristorante (almeno una volta al giorno) e vizi vari.

Cosa ho scoperto in Croazia:

  • Le autostrade portano quasi ovunque e sono una vera figata! Panoramiche e scorrevoli nonostante il turismo di agosto;
  • Il piatto tipico sono i ćevapčići ovvero dei rotoli di carne trita speziata davvero buoni;
  • Avete presente i bagni degli autogrill italiani ad agosto? Sporchi da far inorridire chiunque! In Croazia, durante la settimana di Ferragosto (mica bau bau micio micio), puoi mangiarci per terra;
  • È il perfetto connubio tra qualità e prezzo.

Enjoy your trip baby!