La sentite quest’aria? Finalmente possiamo affermare (ma non diciamolo troppo forte) che l’inverno è andato via, lasciando il passo alla primavera tiepida che profuma già di un principio d’estate. Eh già, perchè, da qualche giorno a questa parte, il cielo e la temperatura ci proiettano a quando, tra poco meno di un mese, molte di noi saranno stese sul lettino! (praticamente è il periodo dell’anno in cui si passa più tempo in posizione orizzontale che erette!).

Allora starete già pensando…

…è ora di andare al mare!

Lasciatevi trasportare dalla dolce immagine che vi lega all’ozio, la lunga pausa pranzo sotto l’ombrellone sonnecchiando e leggendo un libro (vi ho visto l’anno scorso con i romanzi rosa nascosti sempre dalla stessa sovracopertina del manuale di burraco!)… e INVECE NO!

Quest’anno non si può e lo sapete perchè? Le ragazze di Bilanciamo mi hanno passato un’informazione e mi hanno pregato di diffonderla: andare al mare fa dimagrire! Ci sono 7 buoni motivi non proprio tutti facili facili (come li definiscono loro). Facciamo così: ve li riporto, commentati come dovrebbero essere. Leggiamoli insieme!

 

7 buoni motivi per andare al mare (e sopravvivere)

1) Andare al mare migliora il metabolismo per la maggiore presenza di iodio; (Questo vuol dire inspirare ed espirare… sembra facile: si inspira con il naso e si espira con la bocca quindi sarà una lunga, triste e solitaria estate… andare al mare rende mute.)

2) il sole stimola la produzione di serotonina, l’ormone della felicità; (E per chi ha la pelle bianca come noi bionde? Per noi che ci scottiamo anche di riflesso? A noi il sole stimola l’istinto “rifugio di montagna”: vestite come se fossimo alle Cinque Torri e stessimo per ordinare polenta e capriolo)

3) l’acqua di mare, per effetto osmotico, aiuta a sgonfiare le gambe dai liquidi; (…a patto che facciate 5 chilometri di passeggiata in acqua, coperte come al punto n.2 avendo la facoltà di eliminare solo gli scarponi da trekking)

4) l’abbronzatura regala alla silhouette un effetto “NERO SNELLENTE” ; (…alle altre, a noi bionde regala un effetto rosso allampanante)

5) pulirsi dalla sabbia, farsi la doccia fresca, camminare per raggiungere la spiaggia e viceversa per tornare alla macchina… sono alcuni tra i tanti gesti che portano a consumare molte più calorie durante il giorno; (sicuramente… con la fortuna che di solito abbiamo, ci toccherà parcheggiare al lido 17… ma non sarà il nostro lido, prenotato da febbraio: Evaristo del Lido 94 attenderà noi, le nostre borse, i figli urlanti e il cane abbaiante per più di un’ora in attesa di aprire l’unico ombrellone rimasto chiuso della fila 25b)

6) il caldo attiva la sudorazione e quindi i meccanismi termoregolatori del nostro organismo i quali contribuiscono ad aumentare il metabolismo; (state pur certe che cominceremo a sudare quando avremo messo su quella camicetta di seta rossa che farà trasparire ogni minima stilla delle ghiandole sudoripare)

7) beach volley, racchettoni, nuotare… sono attività che portano ad un consumo che può variare dalle 350 kcal alle 600 kcal l’ora in base all’intensità dell’esercizio e alle caratteristiche del soggetto (questa è perfetta! Per schivare palla di beach volley, pallina da tennis da racchettone, quella che fa malissimo se ti arriva a 130 km/h e giovani ganzi che si tufferanno a bomba mentre cercherete di entrare timidamente in acqua, altro che 600 kcal l’ora!)

Insomma… vi ho elencato il peggio che potrebbe capitare, ma state tranquille: di solito non si verificano tutti e 7 i punti insieme… di solito.

Per le più coraggiose, vi invitiamo a leggere l’articolo originale, sicuramente, per la linea, più efficace del nostro! Preparatevi!!!

Credits photo https://unsplash.com/@zezorzan